Il giorno della Civetta

Narrated by: Massimo Malucelli
Length: 4 hrs and 24 mins
5 out of 5 stars (12 ratings)

$14.95/month after 30 days. Cancel anytime.

OR
In Cart

Publisher's Summary

Il giorno della civetta è il primo romanzo di successo di Leonardo Sciascia, pubblicato nel 1961. In anni in cui l'esistenza della mafia era negata e considerata un’invenzione, l'opera dello scrittore arriva a ritrarre vividamente esecuzioni mafiose, omertà e collusioni con la politica. L'omicidio di un modesto impresario edile dà l'avvio al romanzo e alle indagini dell'ufficiale dei carabinieri Bellodi, giovane parmense trasferito in Sicilia. Con lucidità e intelligenza il commissario riuscirà a ricostruire fatti e legami, a riconoscere esecutori materiali e rispettabili mandanti dalle mani intonse. Ma, lungi dall’essere solo frutto di invenzione, la mafia dimostra di avere radici profonde e lunghe braccia: l’inchiesta viene annullata, e all’idealista Bellodi, mandato in licenza nella sua Parma, non resta che la speranza di poter tornare un giorno nell’amata Sicilia. Una conclusione amara, per un romanzo che con la tensione del giallo svela problemi e contraddizioni ancora tristemente attuali.
©2011 il Narratore S.r.l. (P)2011 il Narratore S.r.l.

What members say

Average Customer Ratings

Overall

  • 5 out of 5 stars
  • 5 Stars
    12
  • 4 Stars
    0
  • 3 Stars
    0
  • 2 Stars
    0
  • 1 Stars
    0

Performance

  • 5 out of 5 stars
  • 5 Stars
    10
  • 4 Stars
    0
  • 3 Stars
    0
  • 2 Stars
    0
  • 1 Stars
    0

Story

  • 5 out of 5 stars
  • 5 Stars
    10
  • 4 Stars
    0
  • 3 Stars
    0
  • 2 Stars
    0
  • 1 Stars
    0

Reviews - Please select the tabs below to change the source of reviews.

Sort by:
Filter by:
  • Overall
    5 out of 5 stars
  • Performance
    5 out of 5 stars
  • Story
    5 out of 5 stars

la mafia finalmente riconosciuta, non negata

Sciascia descrive la mafia nel suo significato piu profondo, e indica un metodo investigativo efficace, sebbene inconcludente, stanti le mille coperture sociali e politiche di questo " modo di amministrare la giustizia " al di fuori dello stato, volto a salvaguardare gli interessi borghesi